Il progetto

La rete degli Ecoristoranti è un network nazionale di ristoratori sensibili alle tematiche dell’ambiente e della riduzione degli sprechi.

Il progetto nasce sul territorio del consorzio rifiuti Covar14 (19 Comuni dell’area a sud-ovest di Torino, per un totale di 260mila abitanti), nell’ambito della “Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti” 2012, su idea e con il supporto della Cooperativa ERICA.

Oggi la rete si è estesa anche al territorio gestito dal Gruppo CIDIU e conta in totale oltre 77 ristoranti aderenti su 20 Comuni.

Annunci

Come diventare Ecoristorante

Aderire alla rete è semplice. Il gestore dei rifiuti di un territorio (ATO, Consorzio, Azienda ecc.) o il Comune che vogliono aderire stipulano un accordo volontario con i ristoratori allo scopo di attivare pratiche di ristorazione sostenibile, in termini di prevenzione dei rifiuti e lotta allo spreco alimentare.

cartolina-1

In questo modo si attua una duplice azione di sensibilizzazione, verso i ristoratori e verso i cittadini, innescando un circolo virtuoso che porta alla mutua e positiva contaminazione tra le due categorie sul fondamentale tema della riduzione degli sprechi.

Per domande e informazioni

News e Eventi

La rete si espande!
Grazie a Cidiu Servizi Spa, abbiamo attivato 11 nuovi ecoristoranti nei Comuni di Pianezza (TO) e Giaveno (TO).

Pianezza
Osteria del Musicante

via Caduti per la Libertà 26/a
Capriccio
piazza Vittorio Veneto 2
Casa dei Nonni
via Puccini 28
La Zucca Matta
largo II Giugno 2
Aldente
via Giuseppe Mazzini 4

Aldente
L’Assessore all’ambiente di Pianezza Sara Zambaia consegna l’attestato allo chef del ristorante Aldente

 

Giaveno
Locanda dell’amicizia

B.ta Pontepietra 73
Ristorante-pizzeria La pace
B.ta Gischia Villa 8/b
Trattoria Il Campanile
B.ta Maddalena 4
Caffè narghilè Arabesque
via T. Marchini 9
Ristorante Valsangone
Piazza Molines 45
Trattoria-bar Da Genio
Via Canonico Pio Rolla 91

Foto consegna kit
Il Sindaco di Giaveno Carlo Giacone e l’assessore Marilena Barone consegnano il “kit ecoristoranti” ai nuovi aderenti